Privacy Policy

IL SUONO DI CHI NON SI ARRENDE

IL SUONO DI CHI NON SI ARRENDE

IL SUONO DI CHI NON SI ARRENDE

Nessun commento

Di terremoti, il Torneo delle Guaite ne ha vissuti diversi, da quello del 1997, a quello interno dell’associazione che portò alla sua sospensione nel 2005. Ma, in ogni caso, ancora disponeva di mezzi, di beni, di locali,  e sopratutto di una comunità, quella dei tre Comuni, Visso, Ussita e Castelsantangelo sul Nera. Quello che il terremoto dello scorso anno ci ha portato via, va ben oltre ai vestiti, gli archi, i tamburi dispersi, e una sede, il terremoto ci ha portato via le tradizioni, le feste, gli amici di tutti i giorni, e i momenti di condivisione. Ma è proprio nel momento delle difficoltà, che abbiamo bisogno di ritrovarci, di ricordare, e di essere ricordati. Ed è in queste circostanze che si riscoprono i valori, gli affetti, la vicinanza e la solidarietà.

Per questo era importante esserci, anche se in una data diversa, ed in un’unica giornata, fuori dal centro storico, e un anno dal terremoto. Ma dovevamo dare speranza a questo territorio, un segno di presenza e voglia di restare tra queste montagne. E ci siamo riusciti, anche se con una versione ridotta, organizzata in poche settimane, e con poco preavviso. Grazie ai gruppi che negli anni hanno collaborato con noi, come gli Arcieri de Varano di Camerino che hanno affiancato gli arcieri delle guaite nella gara di tiro, e la Militia Bartholomei di Casteraimondo, immancabile come sempre.

Grazie anche ai gruppi che negli anni ci sono venuti a trovare e hanno condiviso la nostra manifestazione, e che in questo momento più che mai hanno voluto esserci, per noi e il nostro territorio, e per darci la forza e la voglia di continuare a non arrenderci, con il suono dei tamburi di San Ginesio e di Camerino (Emma Magini), e l’arte della scherma medievale della compagnia Ferreo Core di Civitanova Marche, e del Grifoncello di Perugia.

E’ stato un momento unico, un edizione speciale piena di cuore e di passione, anche se la pioggia non ci ha abbandonati, costringendoci ad accorciare e rivedere il programma. Un edizione in ricordo del nostro caro arciere Riccardo Milani, che ci ha lasciati lo scorso aprile, e che speriamo abbia guardato soddisfatto dal cielo la vittoria  della sua Guaita Pagese, e del suo amico Riccardo Remigi che si è aggiudicato la freccia d’argento.

Ed è con il cuore pieno di gioia, e un po di malinconia che vi diamo appuntamento al prossimo anno, perché ci saremo, con la speranza di recuperare alcuni beni per la realizzazione di una manifestazione completa, ma sicuramente con il cuore colmo di gratitudine per tutti quelli che ci hanno dimostrato solidarietà e amicizia.

Foto: Sofia Menapace, Arcieri de Varano.

Leave a comment

You must be logged in to post a comment.

Torneo delle Guaite

Rievocazione del 1200-1300

Rivivi il Medioevo nei Monti Sibillini. Vi aspettiamo a Visso, Ussita e Castelsantangelo sul Nera.

Seguici

Back to Top